Sezione - 3: Configurazione Linee

Da Voismart Knowledge Base.

La configurazione di default VoiSmart prevede che a seconda dell'equipaggiamento hardware del PBX, sia presente la configurazione relativa alle schede presenti a bordo.
Per ogni scheda è richiesta l'attivazione della relativa licenza (gratuita) prima dell'effettivo utilizzo. Senza questa licenza, la scheda non viene correttamente riconosciuta dal sistema e pertanto non è utilizzabile.
Per verificare la licenza: menù Configurazione-->Informazioni Licenza. In questo modo, verrà visualizzato il codice licenza che è corrisponde al seriale del PBX.
Per scaricare e visualizzare il contenuto della licenza cliccare sul pulsante Downloadlicenza.png. Verrà scaricato il file di testo license.gpg.
Se la licenza relativa alla scheda installata non è presente, contattare l'assistenza tecnica VoiSmart per richiederne l'attivazione.

Configurazione Linee BRI-PRI-FXO

Linee ZAP

Lo screenshot si riferisce ad una configurazione 4BRI

Menù Configurazione-->Linee-->Linee Zap .

Lineezapbri.png


  • Canale* (obbligatorio): Specifica i canali voce che si vogliono utilizzare nel gruppo.
    Esempio: 1 => canale 1; 1,2,3 => canali 1 e 2 e 3: 1-2, 4-5 => da canale 1 a canale 2, da canale 4 a canale 5
  • Gruppo* (obbligatorio): E' il numero del gruppo che raccoglie più canali dello stesso tipo. Attraverso i gruppi è possibile svincolare la gestione dei canali durante la gestione delle chiamate in uscita. Accetta valori interi da 1 a 32.
  • Context* (obbligatorio): E' il Context associato, da selezionare tramite il menu a tendina, per gestire le chiamate in ingresso sui canali specificati.
  • Switchtype: Setta il tipo di switch PRI che verrà usato. Può assumere uno dei valori:
    * national;
    * dms100;
    * 4ess;
    * 5ess;
    * euroisdn;
    * ni1.
  • Pridialplan: Parametro relativo alle chiamate in uscita necessario a settare un'opzione richiesta da alcuni switch che richiedono il passaggio di un formato di dialplan. Le opzioni valide sono:
    * unknown;
    * private;
    * local;
    * national;
    * international.
  • Prilocaldialplan: Parametro relativo alle chiamate in ingresso necessario a settare un'opzione richiesta da alcuni switch che richiedono il passaggio di un formato di dialplan. Le opzioni valide sono:
    * unknown;
    * private;
    * local;
    * national;
    * international.
  • Overlapdial: Se settato a si abilitato consente di inviare e di ricevere i digit in modalità overlap sui canali impostati. Se settato a no, i digits in invio e in ricezione verranno consegnati in un unico blocco (valori consentiti: si / no)
  • Usecallingpres: (solo per i canali PRI). Determina se usare o meno la presentazione del Calling ID per la chiamata uscente (valori consentiti: si / no)
  • Echocancel: Abilita / Disabilita la cancellazione di eco (valori consentiti: si / no)
  • Echocancelwhenbridge: Abilita / Disabilita la cancellazione di eco durante una chiamata in bridging TDM (valori consentiti: si / no)
  • Relaxdtmf: Se siete in presenza di problemi con la rilevazione DTMF, permette di rendere meno stringenti i parametri di rilevazione (valori consentiti: si / no)
  • Rxgain: Determina il guadagno in ricezione. E' un numero in formato XXX.X, da -100% a 100%, che indica, su una scala da 0 a 100%, il guadagno. Il suo valore di default è 0.
  • Txgain: Determina il guadagno in trasmissione. E' un numero in formato XXX.X, da -100% a 100%, che indica, su una scala da 0 a 100%, il guadagno. Il suo valore di default è 0.
  • Immediate: Normalmente - con il parametro settato a No - quando si alza una cornetta FXS, il driver Zaptel fornisce un tono di dial e attende che digitiate il numero desiderato, passandolo ad Asterisk. Asterisk attende fino a quando la sequenza di cifre digitata coincide con una extension. Se si setta Immediate = Si, Asterisk comunicherà a Zaptel di non generare un tono di dial al sollevamento della cornetta, e passerà immediatamente il controllo ad Asterisk. (valori consentiti: si / no)
  • Busydetect: Può assumere solo i valori si o no. Abilita la possibilità di abbattere la chiamata dopo un numero N (determinato dall'impostazione di Busycount) di toni di occupato.
  • Busycount: Specifica quanti toni di occupato attendere prima di riagganciare. E' un numero intero


BRI

Di default sulle BRI ci sono le seguenti impostazioni (es. 4BRI, analoga configurazione sulla 2BRI):

  • Canale: 1-2,4-5,7-8,10-11. Il terzo canale per ogni borchia, cioè i canali 3,6,9,12, è dedicato alla segnalazione.
  • Gruppo: 1;
  • Context: inbound;
  • Switchtype: euroisdn.
  • Segnalazione: Per quanto riguarda la segnalazione è necessario verificare col carrier l'effettiva impostazione sulla borchia.
    * Scheda ISDN TE
    utilizzare segnalazione bri_cpe => ISDN Punto-Punto (impostazione di default)
    utilizzare segnalazione bri_cpe_ptmp => ISDN Punto-Multipunto
    * Scheda ISDN NT
    utilizzare segnalazione bri_net => ISDN PTP Network
    utilizzare segnalazione bri_net_ptmp => ISDN PTMP Network
  • Pridialplan: unknown;
  • Prilocaldialplan: unknown;
  • Overlapdial: no. Se sulla BRI la selezione passante è attiva modificare l'impostazione a si.


PRI

Lineezappri.png

  • Canale: 1-15,17-31. Un flusso primario E1 è composto da 30 canali voce ed un canale dati.

Di default sul PRI, i canali voce vanno dal 1 al 15 e dal 17 al 31. Il canale 16 è il canale di segnalazione.

  • Gruppo: 1;
  • Context: inbound??;
  • Switchtype: euroisdn.
  • Segnalazione:
    * Utilizzare segnalazione pri_cpe => E1 (impostazione di default)
    * Utilizzare segnalazione pri_net => E1 Network
  • Pridialplan: unknown;
  • Prilocaldialplan: unknown;
  • Overlapdial: si, in quanto generalmente sui primare la selezione passante è attiva.


Analogica

Lineezapfxo.png

La configurazione base di una scheda analogica (nell'esempio una 4FXO) è la seguente:

  • Canale: 1,2,3,4. I canali voce, come mostrato in figura per una scheda 4 fxo, sono 1,2,3,4;
  • Context: inbound;
  • Switchtype: vuoto;
  • Segnalazione: fxs_ks;
  • Busy Detect: si per permettere lo sgancio della chiamata;
  • Busycount: 6 secondi.


ZAPTEL

In questa sezione vengono definiti i canali relativi alle linee da configurare, con relativa segnalazione.

Menù Configurazione-->Linee-->Zaptel .


BRI

Zapbri1.png

Nelle linee BRI i primi due canali sono i canali voce, il terzo canale è il canale di segnalazione
I canali voce verranno indicati come b-channel, i canali di segnalazione verranno indicati come d-channel.

Zaptelbri2.png
Zaptelbri3.png


PRI

Zappri1.png

Come descritto precedentemente i canali voce per un Primario E1 vanno dal 1 al 15, dal 17 al 31 , 16 è il canale di segnalazione.
I canali voce verranno indicati come b-channel, il canale 16 verrà indicato come d-channel.

Zappri2.png
Zappri3.png


Analogica

Zaptelfxo1.png

Ogni canale configurato per la linea analogica dovrà avere segnalazione: fxskx.

Zaptelfxo2.png


SPAN

Tramite questa sezione, è possibile configurare le varie porte presenti sul centralino.
Le porte che devono essere configurate sono solo quelle di tipo BRI e PRI.

Menù Configurazione-->Linee-->Span .

Per ogni porta dovranno essere specificati i seguenti parametri (vedi oltre per il significato dei singoli campi ed i range di valori consentiti):

  • ID* (obbligatorio): identifica il numero della porta, è un intero > 1
  • Timing* (obbligatorio): determina se il timing su questa porta verrà fornito dalla rete o dovrà essere generato. Se sarà una sorgente primaria di sincronismo, assegnare il valore 1. Se sarà una sorgente secondaria usare 2, e così via. Per non usarlo come sorgente di sincronismo, impostare il valore 0
  • LBO : Line Build-Out, è un numero intero che può assumere solo uno dei valori presentati dal menu a tendina (da 1 a 7)
  • Framing: permette uno solo tra i valori:
    * d4;
    * esf;
    * cas;
    * ccs.
  • Coding: permette uno solo tra i valori:
    * ami;
    * b8zs;
    * hdb3.
  • Yellow* (obbligatorio): Se Yellow è posto a si, l'allarme Yellow (giallo) è trasmesso quando non ci sono canali aperti. Può essere solo si o no.
  • CRC4* (obbligatorio): Definisce se è presente il CRC4, cioè il Cyclic Redundancy Check. Può essere solo si o no


BRI

Brispan.png

I parametri di default per la configurazione dello SPAN sul primario, sono quelli mostrati nell'immagine sopra:

  • LBO: 0:
  • Framing: ccs,
  • Coding: ami,
  • Yellow: no
  • Crc4: no.

Per quanto riguarda il timing è stato impostato in modo sequenziale:il primo SPAN prende il clock dalla borchia, il secondo dallo SPAN 1, il terzo dallo SPAN 2 ecc.


PRI

Spanpri.png

I parametri di default per la configurazione dello SPAN sul primario, sono quelli mostrati nell'immagine sopra:

  • LBO: 0,
  • Framing: ccs,
  • Coding: hdb3,
  • Yellow: no,
  • Crc4: si.


ANALOGICA

Per la configurazione della linea analogica la sezione SPAN non si deve configurare per ovvi motivi.

Configurazione Linee GSM

Se si dispone di scheda e licenza GSM sarà presente la seguente configurazione:(lo screenshot fa riferimento alla configurazione 4 gsm)

Menù Configurazione-->Linee-->GSM .

Gsm1.png

Per ogni device vengono definiti:

Gsm2.png

  • Nome* (obbligatorio): Nome dell'interfaccia GSM (è una label a piacere che identifica l'interfaccia GSM)
  • Device* (obbligatorio): Nome del device utilizzato dal modulo GSM che si vuole configurare (Esempio: 0 se il modulo del device è visto come vgsm2_me0)
  • Device Sim Controller* (obbligatorio): Nome del device sim controller (Esempio: 0 se il modulo del device è visto come vgsm2_me0)
  • Sim Local Device Filename* (obbligatorio): Nome del sim device (Esempio: 0 se il modulo del device è visto come vgsm2_me0)
  • Context: E' il Context per la gestione delle chiamate in ingresso sul modulo in corso di configurazione (da scegliere tra quelli proposti dal menù a tendina- valore di default:Inbound)
  • PIN: PIN di protezione della SIM inserita nel modulo. Se il PIN è disabilitato, non compilare il campo
  • Numero Centro Servizi: Numero del centro servizi dell'operatore della SIM inserita. Questo numero è utilizzato per la consegna dei messaggi di testo (SMS)
  • Email To: Indirizzo email a cui verranno inviati gli SMS ricevuti da questo modulo GSM (valore di default null@null.null)
  • SIM Proto: Protocollo da utilizzare per l'interfacciamento con SIM Server remoti
  • Altri parametri: In questo campo si possono inserire ulteriori parametri e valori avanzati per uno specifico modulo GSM.
  • Gruppo da associare: Attraverso il menu a tendina selezionare il gruppo da associare alla linea che si sta configurando.
  • Tipologia controllo: Attraverso il menu' a tendina selezionare la tipologia di controllo da adottare per l'utilizzo della linea che si sta configurando. Opzioni disponibili:
    * Disabilitato;
    * Attivato - manuale;
    * Attivato - automatico.
  • Intervallo Temporale: Attraverso il menu a tendina selezionare l'intervallo di tempo in cui potrà essere usata la linea che si sta configurando. Opzioni disponibili: Settimanali, 15 giorni, mensile, due mesi.
  • Sms Totali: In questo campo è possibile riportare il numero massimo di SMS che è consentito inviare.
  • Sms Inviati: Questo campo riporta il numero degli SMS inviati.
  • Data Inizio:Indica la data di inizio per il controllo degli sms inviati dalla linea GSM
  • Sms receiver Ip:Inserire l'indirizzo IP del server al quale devono essere inoltrati gli SMS. Nel caso in cui non venga inserito alcun indirizzo IP, questo campo verrà automaticamente riempito con l'indirizzo IP di localhost, ovvero 127.0.0.1.


Per aggiungere un nuovo Device cliccare sull'icona: Adduser.png
Per modificare la configurazione di un device, selezionarlo e cliccare sull'icona: Editregoleorarie.png
Per eliminare la configurazione di un device selezionarlo e cliccare sull'icona: Deleteregoleorarie.png

Configurazione Uplink SIP

Sul VoiSmart sono presenti due esempi di configurazione trunk sip: Voipcarrier e skype.

Menù Configurazione-->Linee-->Uplink SIP o Uplink IAX .

Sipuplink.png

Aprendo il trunk SIP pre-configurato Voipcarrier vendiamo quanto mostrato in figura.

Siptrunk.png

Vanno definiti i seguenti parametri:

  • Modalità Base / Modalità Avanzata (scegliere una delle due modalità): la modalità base contiene un sottoinsieme dei parametri contenuti in quella avanzata.
  • Nome: Nome della linea che si desidera creare
  • Host: Host di registrazione della linea, può essere un nome host nel caso in cui si debba registrare questa linea verso un proxy SIP; può avere valore dynamic nel caso in cui sia un client SIP che si deve registrare sulla linea creata
  • Username: Username di registrazione della linea
  • Password: Password di registrazione della linea
  • Context: Context di gestione della linea creata. Attraverso questo Context verranno gestite tutte le chiamate in ingresso sulla linea
  • Codec Permessi: Elenco dei Codec utilizzabili sulla linea creata. E' possibile specificare uno o più codec separati dal carattere “,”. I Codec ammessi sono:
    * ulaw;
    * alwa;
    * g729;
    * ilbc;
    * gsm;
    * h261;
    * h263.
  • Codec Non Permessi: Elenco dei Codec non utilizzabili sulla linea creata. E' possibile specificare uno o più Codec separati dal carattere “,”. I codec specificabili sono:
    * ulaw;
    * alwa;
    * g729;
    * ilbc;
    * gsm;
    * h261;
    * h263.
  • Tipo: Può assumere solo uno dei seguenti valori:
    * Peer, per gestire le chiamate in uscita;
    * User, per gestire le chiamate in ingresso;
    * Both, per gestire le chiamate in entrambe le direzioni
  • Registrazione: Stabilisce la possibilità di effettuare la registrazione della linea. Se è impostato a si effettua la registrazione, con no non effettua la registrazione
  • From User: Utente utilizzato per l'invio della messaggistica SIP. Tutte le chiamate effettuate tramite questa linea verranno presentate con il nome utente inserito in questo campo
  • Numero Linea: numero geografico che viene associato alla linea che si sta configurando.
  • Qualify: Timeout relativo alla fase di registrazione. Se questa fase richiede maggior tempo rispetto a quello impostato in questo campo, la linea non viene considerata valida. Per disabilitare questo parametro è sufficiente inserire il valore 0. E' un valore numerico intero espresso in millisecondi.
  • Allow: Abilita un determinato IP o una classe di IP secondo il formato
  <ipaddress>/<network mask>. Esempio: allow=192.168.40.38/255.255.255.255
  • Deny: Disabilita un determinato IP o una classe di IP secondo il formato
  <ipaddress>/<network mask>. Esempio: deny=192.168.40.38/255.255.255.255
  • Dtmf Mode: specifica il metodo di invio dei toni dtmf. Questo parametro deve essere impostato in base alle specifiche della linea configurata. Può assumere solo uno dei seguenti valori:
    * si;
    * no;
    * rfc2833;
    * inband info.
  • Canreinvite: Stabilisce la possibilità di redirigere il flusso SDP (l'audio della conversazione) in modalità Peer To Peer fra i due client della comunicazione. Può assumere i valori si o no
  • Nat: Definisce se il server sul quale si effettua la registrazione è dietro Nat. Può assumere i valori si o no
  • Pickupgroup: Imposta il gruppo per effettuare il pickup delle chiamate di questa linea
  • Insecure: Se non specificato è no. Indica il livello di sicurezza relativo alla gestione delle chiamate in ingresso sulla linea.
    * no: per ogni chiamata richiede l'autenticazione
    * very: accetta tutte le chiamate relative alla linea registrata
    * si: accetta tutte le chiamate in ingresso
    * invite: non richiede l'autenticazione sui messaggi “INVITE ” delle chiamate in ingresso della linea
    * port: ignora il numero della porta sulla quale arriva l'autenticazione
  • Progressinband: Indica se deve essere generato il tono di ring dal centralino. Se non specificato a si, il tono non viene generato dal centralino. Può assumere i valori si o no
  • Caller ID: E' l'identificativo chiamante che verrà utilizzato se non specificato diversamente altrove. Di default, se non specificato, il Caller ID viene impostato ad “asterisk”
  • Accountcode: Definisce l'account code che verrà utilizzato per il CDR
  • Incominglimit: Definisce il numero massimo delle chiamate SIP che si possono effettuare e ricevere sulla linea
  • Restrictcid:Scegliere se mostrare o meno l'identificativo del chiamante.
  • Dal Dominio: Definisce il dominio che verrà utilizzato nella messaggistica SIP della linea
  • Port: Porta di comunicazione del protocollo SIP relativa alla linea. E' un valore numerico maggiore di 1024
  • Rtptimeout: Numero massimo di secondi di inattività (quando una chiamata non è in attesa), del flusso RTP relativo alle chiamate in corso sulla linea. Al termine di questo timeout la chiamata verrà abbattuta. E' espresso in secondi.
  • Rtpholdtimeout: Numero massimo di secondi di permanenza in attesa di una chiamata in corso sulla linea. Al termine di questo timeout la chiamata verrà abbattuta. E' espresso in secondi
  • Altri parametri: Attualmente non utilizzato, per versioni future

-Per il corretto utilizzo dell'uplink Voipcarrier configurato di default nel sistema, è necessario effettuare alcune modifiche in accordo alle specifiche fornite dal gestore telefonico che si utilzza.
Pertanto, dalla barra dei menu, selezionare Configurazioni -> Linee -> Uplink Sip e cliccare sull'icona Modifica.png relativa al carrier Voip.

Nella finestra così ottenuta, procedere alla modifica dei campi Host, Username, Password, in accordo alle disposizioni fornite dal gestore telefonico.

Riempiti i vari campi, cliccare su Applica modifiche.png per salvare la configurazione.

Terminata la configurazione, è necessario rigenerare il modulo Uplink, pertanto dalla barra dei menu selezionare Configurazione --> Status Moduli e cliccare sulla relativa icona Rigenera.png
Attendere fino alla ricezione del messaggio di rigenerazione effettuata: Rigen ok.png
L'icona Regen ok.png relativa allo stato del modulo Uplink confermerà l'avvenuta rigenerazione.

Per aggiungere un nuovo trunk sip cliccare su :Inserisci.png
Per eliminare un trunk sip cliccare su :Delete.png


Per quanto riguarda il trunk skype viene presentato il trunk SIP standard che viene utilizzato in presenza di un Gateway Skype Voismart.

Trunkskype.png

Va sostituito il campo host con l'IP reale del gateway skype.


Pagina precedente                                                                                                 Pagina Iniziale                                                                                         Pagina successiva




Selezionare la categoria da visualizzare o stampare